Close

Not a member yet? Register now and get started.

lock and key

Sign in to your account.

Account Login

Forgot your password?

Come misuriamo le azioni social?

Come misuriamo le azioni social?
 

Come è possibile riuscire a misurare la azioni eseguite sui social media? Questa è una delle richieste che le aziende si pongono quando iniziano ad intraprendere un percorso sui social network.

Abbiamo voluto qui riprendere una serie di tool, disponibile on-line a costo zero, che permettono di analizzare tramite opportuni report le attività svolte sul web. L’uso contemporaneo di questi strumenti permetterà di ottenere dati significativi sulla buona riuscita della vostra strategia social:

Alexa.com: fornisce una serie importanti di dati statistici sul proprio sito web. Il ranking globale, quello sul singolo paese, il numero di siti che linkano al sito e altri dati di ascolto, come ad esempio i dati demografici.

Amplicate: nella versione free, Amplicate rende disponibile un resoconto delle opinioni in rete riguardo un determinato brand. Suddivide il giudizio in “odio” e “amore”. Per 19$ si può avere un valore su una serie storica di un anno. Infine, per 199$ si hanno a disposizion varie analisi settoriali.

Board Reader: ricerca nei forum le menzioni fatte ai brand. Si basa sullo storico delle citazioni.

BlogScopeBlogscope: fornisce importanti analisi e dati sulla blogosfera. Conta più di 60 milioni di blog e 1300 milioni di post. Nasce da un progetto dell’Università di Toronto.

Facebook Insight: forse lo strumento più conosciuto tra quelli finora descritti. Facebook Insight è gratuito per gli amministratori della fan page del social network di Palo Alto. Fornisce informazioni complete sulle interazioni con i fan, e sulle loro caratteristiche demografiche. Permette di conoscere il momento esatto in cui una pagina è più seguita, diventando così uno strumento efficacie di programmazione dei contenuti.

Follower Wonk:  analizza l’influenza di un profilo twitter, in termini di follower e di feed sui twitt.

Feed Compare: permette di visualizzare il numero di sottoscrizioni che il blog ha ricevuto. È disponibile se nel proprio blog si ha un feed RSS con Feedburner di proprietà di Google.

Google Insights: è utile per compiere analisi di settore in aeree specifiche. Si possono compiere interrogazioni a livello di singolo mercato e di singola zona geografica all’interno dei vari paesi.

How Sociable: questo servizio da la possibilità di misurare il valore di un brand in termini di punteggio “di magnitudo” da 0 a 10. Tenendo traccia di queste metriche nel corso del tempo, è possibile capire il valore delle azioni che abbiamo adottato.

Ice Rocket trends: consente di confrontare una serie di termini di ricerca. Si ottiene un grafico come risultato.

Klout / Peerindex / Kred: cosiddetti strumenti di “sentiment analysis”. Offrono una misura della nostro influenza e popolarità sui social ai quali siamo iscritti.

Mention Map: permette di vedere su una sorta di mappa a quali persone un utente si connette di più su twitter.

Social Mention: potremmo definirlo come “motore di ricerca sociale”. Oltre alla sentiment analysis, permette di capire quali sono le keywords più usate nei social per il brand oggetto della ricerca.

Statbrain: strumento che stima il numero di visitatori settimanali per qualsiasi sito. Utile per capire il traffico di un sito in cui si è stati menzionati.

Statigram: consente di visualizzare le immagini Instagram via browser e impostare un URL personalizzato, in modo tale da indirizzare le persone direttamente alle immagini. Si possono raccogliere dati utili, come le informazioni sul grado di engagement sia dei post che dei follower.

Timely / Crowd Booster: Timely permette di sapere quale è il momento migliore in cui tweettare. Crowd Booster, invece, è un servizio più avanzato, in grado di dare risposte anche su Facebook.

Twitter Counter: registra dati sull’andamento del nostro profilo twitter nel corso del tempo. Permette di visualizzare l’andamento dei principali indici di twitter, come i follower, i following, i tweet e le menzioni.

Tweetreach: fornisce il numero delle persone che hanno visto il nostro tweet.

Trendistic: segue l’evoluzione del nostro profilo twitter nel corso del tempo.

Visual.ly: servizio di infografica fai da te. Permette di confrontare il nostro profilo twitter con quello di un altro utente. Può essere utile per il confronto di due brand.

Tutti questi strumenti usati in contemporanea permettono di tenere monitorate le campagne di web & social advertising di un brand o di un’azienda. Anche questo aiuta a generare il BUZZ!

 

Fonte: PR Daily.

 

  1. Floriana02-27-12

    Molto molto utile questa lista! in particolare lo strumento per i forum, non lo conoscevo e ho iniziato subito a usarlo!
    grazie per averla condivisa.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.