Close

Not a member yet? Register now and get started.

lock and key

Sign in to your account.

Account Login

Forgot your password?

Slam Dunk Twitter Contest

24 Feb Twitter | Comments
Slam Dunk Twitter Contest
 

Twitter e grandi eventi, il binomio continua. Questa volta per uno degli eventi sportivi americani per eccellenza. La gara delle schiacciate dell’All star game NBA: lo Sprite Slam Dunk Contest, di sabato 25 febbraio.

Per la prima volta saranno i fan i giudici della gara della schiacciate. Oltre agli ormai classici sistemi di voto presenti sul sito NBA.com e agli SMS, quest’anno entra in scena anche il social network dei cinguettii. In particolare, per poter votare la schiacciata preferita basterà utilizzare in twitter l’hashtag #SpriteSlam seguito dal nome del giocatore scelto.

Le novità però non si fermano qui. Per rendere ancora più social l’evento. Paul George degli Indiana Pacers, chiamato a partecipare alla gara delle schiacciate, ha invitato i suoi followers a presentare idee da poter ripetere nel contest.

where_amazing_happenDa tempo l’NBA è in prima linea tra le leghe sportive nell’abbracciare le tecnologie social. Molti suoi giocatori sono stati i primi utilizzatori di Twitter, e la stessa NBA vanta una strategia fortissima su tutti i social network. Melissa Rosenthal Brenner, responsabile Marketing della NBA, sostiene proprio questo: “Siamo impegnati da anni a fornire grandi contenuti per i nostri fan 24/7. Utilizziamo i social media come megafono per comunicare”.

Non solo la gara delle schiacciate di Sabato, ma tutta la stagione NBA presenta iniziative legate ai nuovi modi di comunicare. Tutte le settimane vengono selezionati i migliori tweets, foto e video dei fan, e vengono pubblicati su NBA.com.

Non solo per gli appassionati di basket, ma anche per i fan dei social network, certamente l’NBA costituisce un punto di riferimento da prendere come esempio, per studiarne le campagne comunicazionali adottate.

I social network aiutano a coinvolgere gli utenti. L’NBA lo fa dando la possibilità di interagire con il suo più grande show. Le aziende italiane devono cercare di farlo, facendo parlare gli utenti del proprio prodotto. Solo così, riusciremo a rendere le nostre imprese social.
NBA: Where BUZZ happens.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.