Close

Not a member yet? Register now and get started.

lock and key

Sign in to your account.

Account Login

Forgot your password?

PMI: le cose da non fare sui social media

Le piccole e medie imprese investono sempre più nei social media perché questi danno loro la possibilità di far conoscere il proprio brand ed entrare in contatto con moltissimi utenti online, a costi ridotti o addirittura gratuitamente. Ma non è sempre così semplice utilizzare questi strumenti al meglio: a volte possono diventare una lama a doppio taglio se si trascurano alcuni dettagli.

Ecco una lista dei 9 errori che le piccole e medie imprese dovrebbero evitare per fare un buon social media marketing:

 

  1. Non stabilire un piano; gli strumenti social sono per la maggior parte gratuiti e facili da usare ma richiedono comunque tempo ed energie. Perciò, per ottimizzare  tempo (e quindi denaro), è utile realizzare un piano di social media marketing, specificando obiettivi, tempo e risorse da investire.

 

  1. Avere aspettative troppo alte e a breve tempo; un grave errore è quello di volere tutto e subito. Piuttosto, meglio analizzare le risorse e la situazione e prendersi il giusto tempo per valutare come sviluppare bene il business.

 

  1. Non monitorare il ROI, attraverso strumenti di web analysis. Sarebbe meglio perciò investire delle risorse per analizzare e monitorare i risultati.

 

  1. Non sfruttare i social per sviluppare e rafforzare l’identità del brand; spesso accade che nei profili o nelle pagine aziendali vengano tralasciati alcuni campi: in questo modo non vengono sfruttate tutte le possibilità (peraltro gratutite), di dare informazioni agli utenti sui propri prodotti o servizi.

 

  1. Non rispondere ai commenti (negativi) degli utenti; i commenti pur negativi sono sempre dei possibili spunti per migliorarsi. Bisogna perciò ascoltare ciò che gli utenti ci comunicano attraverso i social – soprattutto quelli delusi o che si lamentano – e trovare soluzioni alle loro richieste, accrescendo allo stesso tempo il business online.

 

  1. Trascurare ciò che si dice sul web della propria attività; è utile invece sfruttare questo aspetto per capire cosa gli utenti pensano e migliorare i  propri punti deboli.

 

 

  1. Risparmiare tempo; soprattutto nelle attività online, essere costanti è la regola numero uno. Bisogna cercare di essere presenti online tutti i giorni cercando di ritagliare il giusto tempo alle attività di social media marketing.

 

  1. Non metterci passione, l’attività sui social richiede tempo e pazienza ma soprattutto passione. Gli utenti colgono tutto ciò che si trasmette online, per cui ci vuole particolare dedizione per svolgere tutte le attività che i social richiedono.

 

  1. Investire sul social media marketing a tutti i costi. Non bisogna essere per forza online o utilizzare tutti i social network: è meglio scegliere quello più indicato per la propria attività e stilare un buon piano marketing comprensivo di analisi del social network scelto.

 
Il social media marketing può portare molti vantaggi per una piccola e media impresa, ma bisogna saper bene come muoversi e usarli al meglio per ottenere risvolti positivi per il proprio business.

Anche tu vuoi scegliere lo strumento social più adatto al tuo business? Affidati a BUZZola per un social media marketing di successo!