Close

Not a member yet? Register now and get started.

lock and key

Sign in to your account.

Account Login

Forgot your password?

Social network tra il pubblico e il privato

Facebook, Twitter, Youtube e Linkedin rappresentano una grande opportunità di business per le aziende, sia PMI che imprese più grandi. I social network sono ‘luoghi virtuali’ dove si può interagire con gli utenti in maniera molto diretta, generando così nuove opportunità commerciali.

Secondo una indagine condotta da Wildfire App, pare che il 97% dei marketers di tutto il mondo sia convinto che i social media portino benefici al business. Un dato davvero rilevante, sì perchè i social network danno alle imprese la possibilità di osservare e scoprire quali sono gli interessi degli utenti e, successivamente, riuscire a coinvolgerli.

Purtroppo però un’altra indagine, questa volta condotta da Ibm, rivela che oltre il 50% dei responsabili marketing non si sente pronto a gestire la trasparenza aziendale.

Bisogna però distinguere quella che è la vita lavorativa da quella privata. Infatti molti dipendenti usano i social network per usi personali anziché professionali; questo è il motivo che ha spinto molte aziende, soprattutto quelle pubbliche, a vietare l’accesso ai social media.

Ma secondo alcuni dati le cose cambieranno: a differenza del 50% dell’anno 2010, entro il 2014 la percentuale di aziende che bloccheranno l’accesso ai social media, scenderà al 30%.

A questo punto…le ditte possano esercitare un minimo controllo sui loro dipendenti? Ecco la soluzione: sviluppare linee guida sull’uso appropriato dei social media.

Fonte: ILTEMPO.it

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.